Prestito tra privati immediato

Se non riuscite ad ottenere un finanziamento da una finanziaria per via dei requisiti troppo restrittivi che vengono pretesi non vi preoccupate, perché c’è un’ottima soluzione a questo problema. Si tratta dei prestiti tra privati, che vi permetteranno di aver accesso alla somma di cui avete bisogno semplicemente accordandovi con un’altra persona. Vediamo come ricevere un finanziamento immediato rivolgendosi ad un privato.

Molte volte ci si trova nella situazione di dover rinunciare al prestito di cui si ha bisogno per realizzare un progetto, perché la banca non è disposta ad offrirci il proprio credito. Soprattutto per questo motivo nascono i finanziamenti offerti da privati, molto utili ad esempio per chi fosse senza busta paga oppure per i protestati e cattivi pagatori, che in questo caso avranno una seconda possibilità per ricevere un prestito.

Come ricevere un prestito da privati immediato

Una delle caratteristiche principali che viene richiesta ad una forma di prestito è la velocità di erogazione. Spesso infatti abbiamo bisogno di una somma di denaro nel più breve tempo possibile, per far fronte ad una spesa che ci si è presentata davanti. Con il prestito tra privati, soprattutto nel caso di importi non eccessivamente alti, l’erogazione potrà essere immediata.

Innanzitutto è bene specificare come per prestito tra privati ci si riferisca anche ai prestiti offerti ad esempio da un parente o un amico di famiglia. Succede spesso che, se si è in difficoltà economiche, ci viene offerto un aiuto dalle persone a noi più care. In questo caso, ci si può accordare in una restituzione della sola somma prestata, senza l’aggiunta di interessi che invece ci sarebbero stati richiesti da qualsiasi banca.

Per questo motivo si potrebbe pensare che basti soltanto una stretta di mano e, data la fiducia reciproca, non ci saranno problemi nella restituzione della somma prestata. Tuttavia, anche in questo caso, è bene firmare un accordo scritto, in cui si specifica la causale del prestito, che dovrà essere specificata anche al momento dell’invio del bonifico. Tutto ciò ci servirà nel caso in cui il passaggio di denaro, soprattutto per somme considerevoli, insospettirà l’Agenzia delle Entrate.

Dunque il prestito tra familiari è sicuramente quello più veloce, in quanto non dovremo presentare particolari garanzie. Un po’ meno immediato ma comunque solitamente piuttosto veloce è il caso dei finanziamenti richiesti ad uno dei tanti privati disponibili a concedere credito a chi ne ha bisogno. In questo caso ci si dovrà accordare sugli interessi dovuti e sulle garanzie che si possono presentare, ma, nella maggior parte dei casi, l’erogazione sarà molto più veloce rispetto a quanto avviene per i prestiti concessi dalle finanziarie.

Come si definisce un accordo tra privati per la concessione di un prestito

Uno dei punti fondamentali relativi ai prestiti tra privati è sicuramente il modo in cui viene definito l’accordo. Se per la concessione di un finanziamento da parte di una banca è spesso richiesta la presenza di un notaio, nel caso dei prestiti tra privati, secondo la legge, non sarà necessario alcun documento. Questo significa che un prestito senza alcun contratto firmato non costituisce un’azione illegale.

Nella maggior parte dei casi, soprattutto per quanto riguarda i finanziamenti che prevedono un determinato tasso d’interesse, è bene stipulare un accordo scritto. In questo modo, infatti, si risolveranno tutti i problemi relativi ad un eventuale mancato rimborso, e si potrà dimostrare facilmente come tutte le caratteristiche economiche dell’accordo siano state accettate da entrambe le parti.

Il contratto che verrà firmato non dovrà necessariamente essere registrato, dunque basterà scrivere un documento con tutte le specifiche, che verrà firmato da chi concede il finanziamento e da chi lo riceve. Infine è anche possibile affidarsi ad un notaio, il che ovviamente costituirà una spesa in più, ma che permetterà a colui che eroga il finanziamento di tutelarsi maggiormente in caso di insolvenza da parte di chi ha richiesto il finanziamento.