Piccoli prestiti online

I piccoli prestiti online rappresentano oggi una risorsa preziosa per quanti hanno necessità immediata di denaro e non hanno molto tempo a disposizione per recarsi in filiale per formalizzare la richiesta. Sui portali presenti in rete è possibile oggi richiedere i finanziamenti desiderati, ottenere preventivi e poterli confrontare per scegliere quello che si ritaglia su misura in base alle esigenze del cliente. Una delle compagnie che ha fatto dei prestiti online un fiore all’occhiello della propria offerta è la Findomestic che ha creato un sistema interamente digitalizzato che, mediante la firma digitale, consente di poter eseguire una grande quantità di operazioni in totale autonomia e senza la necessità di doversi rivolgere ad una filiale.

Piccoli prestiti: quali sono i migliori?

Periodicamente viene presentata l’offerta del momento da cogliere al volo per le condizioni davvero favorevoli. Per tutti coloro che faranno richiesta dei prestiti online sul sito della compagnia, Findomestic, verrà proposto un tasso promozionale e l’azzeramento di tutte le spese accessorie come l’imposta di bollo, le spese per l’apertura della pratica e per la gestione delle rate. Un  notevole risparmio sul volume globale del denaro da restituire.

Per fare solo un piccolo esempio, se si sta cercando un prestito di 14 mila euro con un piano di ammortamento articolato in 96 rate, è possibile prevedere dei costi di 186 euro mensili calcolato sommando il Tan fisso del 6,29% e il Taeg del 6,48%. In questo tipo di promozioni vengono anche  incluse le  opzioni di flessibilità che consentono al richiedente di poter saltare una rata o modificarne l’importo. Queste opzioni possono essere esercitate per ben tre volte nel corso del finanziamento a partire dalla sesta rata in poi. Esclusa, invece, la  polizza assicurativa  che si sostituisce al debitore in caso di decesso del richiedente. E’ possibile richiedere questa forma di finanziamento online oppure recarsi presso una delle tante filiali di Findomestic sparse in modo capillare su tutta la penisola italiana.

Recentemente si è appreso anche che Widiba è stata assorbita da Findomestic con la messa in atto di un nuovo piano imprenditoriale che prevede anche i cosiddetti prestiti paperless, che si possono eseguire interamente online.  Una scelta all’avanguardia che consentirà di poter risparmiare a cominciare dalla tempistica che sarà notevolmente ridotta proprio perché l’espletamento delle pratiche non sarà cartaceo ma si svilupperà interamente online.

Fra le società finanziarie più cliccate del web non può di certo mancare il gruppo Compass che si presenta sul mercato dei prestiti online con una proposta più flessibile rispetto a quelle proposte dalla concorrenza anche se i tassi di interesse sono evidentemente superiori e il perfezionamento della domanda si completa comunque in una filiale. L’azienda propone prestiti personalizzati per importi che possono arrivare fino a 30 mila euro con una delle migliori combinazioni tra durata e costo rata.

Per presentare la vostra domanda dovete obbligatoriamente presentarvi presso una delle decine di filiali presenti nel nostro paese, tenendo bene a mente che stipulerete un contratto davvero molto flessibile per quanto concerne i pagamenti. Le opzioni di flessibilità per modificare importo alla rata si possono utilizzare solo per un massimo di cinque volte nel corso di tutta la durata del finanziamento.

Anche per quanto riguarda Compass è possibile fare un esempio di prestito. Se ci servono 9 mila euro da pagare in 60 mensilità è possibile prevedere una rata da 193,64 euro con Tan fisso del 9,90% e interessi Taeg che ammontano all’11,45%.

Inoltre con questa compagnia è possibile anche consolidare i propri debiti facendo uso del servizio Unica che riunisce tutti i prestiti che il debitore ha in corso e che vengono semplificati con una semplice rata con condizioni e importo personalizzati in base ai singoli casi. Con Compass, lo ripetiamo, non ci sono prestiti online. Tutto il procedimento va espletato mediante la rete capillare di filiali italiane e dopo la prenotazione di un appuntamento. Una buona offerta per i piccoli prestiti arriva anche da Poste Italiane per quanto concerne i nuovi prestiti BancoPosta che solamente negli ultimi giorni si sono rifatti il make up con la versione 2017 dei finanziamenti rivolti proprio all’acquisto auto, all’acquisto prima casa e seconda casa per arrivare fini ai prestiti per vacanze o per spese mediche. Anche tramite PostePay Evolution di Poste Italiane è possibile ottenere la concessione di finanziamenti. Sul sito di Poste Italiane si potrà avere il prospetto completo corredato di tutte le informazioni necessarie sui possibili prestiti come i tassi, la durata della rata e l’importo che è possibile percepire.

Che lo si faccia per finanziare un piccolo progetto o per fronteggiare spese imminenti e inattese, occorre sempre fare scelte oculate quando decidiamo di fare un prestito, scegliendo sempre quello che fa al caso nostro e alle migliori condizioni possibili.

Vanno valutati attentamente non solo i tassi di interesse applicati ma anche la quantità di spese accessorie, i costi di istruttoria e tutti i balzelli annessi. Per farsi un’idea giusta del costo di un prestito una cosa fondamentale da valutare sempre in modo certosino è il TAEG, che a differenza del TAN comprende anche i costi aggiuntivi e ci fornisce un quadro esatto della convenienza o meno dell’offerta. Per i prestiti che durano oltre 12 mesi può essere interessante anche l’eventualità di posticipare una o più rate e in caso di di necessità apportare delle modifiche all’importo della rata. Nel marzo 2017, ad esempio, l’Ing Direct sta proponendo il Prestito Arancio. Una forma di finanziamento online privo di spese di apertura e con imposta di bollo assente. Un piccolo prestito che può essere rimborsato in 18 comode rate se addebitate sul conto Corrente Arancio.

Se invece si intende utilizzare un’altra banca di appoggio l’imposta da versare sarà di 16 euro per prestiti fino a 18 mesi. Per questo tipo di finanziamenti è sempre possibile il rimborso anticipato totale o parziale cosi come è anche possibile apprortare modifiche al pagamento della rata come saltarla, o ridurne gli importi. L’importo minimo da finanziare è 3.000 euro mentre il massimo è di 30.000 euro, senza giustificativi di spesa. Si può rimborsare la somma in un lasso di tempo che va dai 12 agli 84 mesi. È anche possibile stipulare un’assicurazione facoltativa per garantire il rimborso.

Un altro prestito on line davvero flessibile e conveniente è quello proposto da Younited Credit.  Si utilizza una piattaforma creditizia che fa da intermediaria, dietro commissione, tra clienti che sono alla ricerca di un prestito e una comunità di investitori professionali. Anche per finanziare questo tipo di prestito non occorre giustificativo. Le rate mensili sono da  49 euro cadauna. Si possono ottenere cifre che vanno dai 3.000 a 40.000 euro che possono essere rimborsati dai 24 e fino a 72 mesi.

Anche i pensionati possono richiedere preventivi online per avere immediata disponibilità di liquidità. Per i pensionati Inps, addirittura, è possibile richiedere ed ottenere la cessione del quinto della pensione. Una trattenuta sull’importo mensile del 20% per finanziare qualunque tipo di spesa senza dover fornire alcuna motivazione. Basta il Cud e i documenti di identità per avere subito a disposizione la cifra necessaria. I prestiti vengono concessi a coloro che non hanno ancora compiuto i 75 anni di età. Anche per queste forme di finanziamento è possibile accedere ai portali per effettuare i confronti tra i vari prodotti offerti dalle società finanziarie convenzionato con l’Inps.

Prestiti che possono essere rimborsati fino a 10 anni con 120 mensilità e di importi che possono arrivare fino a 60 mila euro. Sarà l’Inps a corrispondere mensilmente la rata all’istituto che ha concesso il finanziamento, trattenendo il quindo dell’importo netto della pensione. Si tratta di forme di prestito coperte da garanzia assicurativa in caso di decesso del richiedente per altri eventuali situazioni. Le cessioni del quinto possono essere anche accordate a coloro che hanno patito disguidi finanziari come protesti e pignoramenti e anche a coloro che sono iscritti nella black list dei cattivi pagatori.