Prestiti Inpdap: simulazione

Simulazione per prestiti inpdapOggi richiedere un prestito Inps online è più semplice che mai. Si tratta di finanziamenti a tasso agevolato che vengono accordati dell’ente di previdenza solo ed esclusivamente ai pensionati Inps o ai dipendenti pubblici in servizio iscritti all’Inps o alla ex gestione Inpdap. Forme di prestito che vengono erogati in pochissime ore e senza la necessità di dover fornire documentazioni specifiche poiché le certificazioni sono già reperibili online.

Per richiedere questi prestiti basterà accedere al portale Inps e scaricare la modulistica apposita che dovrà essere compilata accuratamente e poi presentata all’Amministrazione di appartenenza del richiedente. Sul portale dell’Inps è possibile trovare anche il servizio creato appositamente per orientare il richiedente sul tipo di prestito e sull’importo massimo che si può richiedere anche sulla base delle esigenze e delle capacità di rimborso.

Simulazione piccolo prestito Inpdap

Sul portale è possibile anche accedere ad un simulatore di preventivo. Sul simulatore sarà possibile calcolare l’importo massimo e l’importo minimo percepibile. Basta inserire alcuni dati come lo stipendio netto e la data di nascita del richiedente per ottenere subito le varie tipologie di prestito e di durata disponibile sulla base dei dati che vengono inseriti. Sul simulatore dovrà essere anche indicata la rata mensile che il richiedente può onorare (va inserita quella massima) per visualizzare le varie opzioni di prestito e scegliere quella ideale per le esigenze.

Si potrà anche ottenere una simulazione per importo specifico, e in questo caso andrà inserita la somma totale di cui il richiedente necessità per fronteggiare le spese da sostenere. In pochi secondi sarà possibile avere il prospetto di finanziamento, il relativo piano di ammortamento e il tasso applicato. Per ottenere simulazioni personalizzate si dovrà accedere al portale Inps mediante il Pin online nella sezione espressamente dedicata ai servizi al cittadino sulla sezione dedicata alla Gestione Dipendenti Pubblici. Così, ad esempio, un dipendente postale potrà richiedere un prestito Inps in tempi rapidissimi.

Tabelle e rate per simulare i prestiti Inpdap

Nel caso in cui si faccia richiesta di prestiti personali INPDAP immediati, è necessario possedere un metodo per poter avere un quadro chiaro della cifra che si può percepire e la rata che si dovrà rimborsare. Si ricorda che per i prestiti annuali non è possibile richiedere cifre superiori alla mensilità di stipendio. Per quanto concerne i prestiti biennali la cifra non potrà eccedere le due mensilità, per quelli triennali le tre mensilità e cosi via. Se il richiedente non è già gravato di una cessione del quinto o di altre trattenute allora l’importo potrà essere raddoppiato. Va anche ricordato che il richiedente può anche chiedere il rinnovo del prestito ma solo alla condizione che abbia già pagato almeno la metà delle rate previste nel piano di ammortamento. Ad esempio, per coloro che hanno fatto richiesta di un prestito annuale, il rinnovo potrà essere richiesto solo se si sono rimborsate almeno 6 rate.

Per coloro che devono rimborsare 24 rate il rinnovo verrà accordato solo se sono state pagate almeno 12 rate e cosi via. I prestiti sono coperti dal punto di vista assicurativo. Pertanto in caso di premorienza del richiedente prima che il prestito sia stato estinto, sarà l’assicurazione a rimborsare le rate restanti. Il modulo debitamente compilato va successivamente presentato all’amministrazione di appartenenza del dipendente e in poche ore si otterrà l’esito.